Nuove disposizioni sui droni dal 1° gennaio 2021

In ragione della crisi sanitaria in corso, la Commissione europea ha deciso che l'applicazione del regolamento (UE) 2019/947 sui droni, inizialmente prevista in Svizzera a partire dal 1° luglio 2020, sarà rinviata di sei mesi al 1° gennaio 2021. Ciò significa che l'attuale regolamentazione svizzera sull'impiego dei droni rimarrà in vigore per tutto il 2020.

Il regolamento europeo distingue tre diverse categorie per le operazioni di aeromobili senza equipaggio. La stragrande maggioranza dei droni, soprattutto quelli a scopo ricreativo, opera nella categoria aperta. In questa categoria vengono regolamentate le operazioni con droni che non richiedono autorizzazioni poiché il rischio per la sicurezza è considerato limitato. Alle disposizioni attualmente vigenti, si aggiungono le seguenti regole:

  • EASAnella categoria aperta i droni potranno volare fino a una quota massima di 120 metri dal suolo. I droni dovranno continuare a essere utilizzati mantenendo un contatto visivo diretto. In questo modo il pilota del drone è in grado di riconoscere in ogni momento l'assetto e la direzione di volo.
  • il regolamento UE prevede un'età minima di 12 anni per l'uso autonomo di droni che operano nella categoria aperta. Ai più giovani è permesso far volare droni solo se sorvegliati da una persona di almeno 16 anni che soddisfi i requisiti.
  • il nuovo limite di peso minimo sarà di 250g invece di 500g. Ciò implica che fino a nuova disposizione i droni con un peso inferiore ai 250g non potranno volare sopra le zone naturali protette e nelle vicinanze di aeroporti. Il divieto di sorvolare gli assembramenti di persone introdotto per la categoria aperta si applica anche ai droni con peso inferiore ai 250g.
  • aeromodellismo tradizionale: per quanto concerne l'aeromodellismo tradizionale, i regolamenti UE lasciano sufficiente margine di manovra fino al 2022 per la definizione di deroghe. Le norme per le future operazioni di droni vengono fissate in stretta collaborazione con la Federazione Svizzera di Aeromodellismo. Le nuove registrazioni e le zone regolamentate (vedi carta dei droni UFAC) saranno invece valide anche per l’aeromodellismo tradizionale.
    ai piloti di aeromodelli, che non volano in seno a una federazione o un'associazione, si applicheranno le disposizioni previste per la categoria aperta (cfr. sopra).
  • per la maggior parte dei casi della categoria aperta, il nuovo regolamento prevede per i piloti l’obbligo di immatricolarsi, una formazione online e un test online. La legislazione svizzera oggi in vigore non prevede una formazione obbligatoria per i piloti di droni. I corsi e gli esami si sono svolti finora su base volontaria dei singoli piloti. Con l'adozione del regolamento UE, la Svizzera deve presentare una soluzione formativa, che preveda una formazione e un esame online. Purtroppo con il passaggio al nuovo sistema i cicli di formazione e i certificati già acquisiti su base volontaria non possono in linea di principio essere riconosciuti. Con la futura soluzione, per la categoria aperta si cercherà di contenere il più possibile i costi e gli oneri in termini di tempo.Il volo di droni in modalità First Person View FPV (pilota con occhiali e osservatore accanto con contatto visivo diretto con il drone) proseguirà come avvenuto finora.

Il regolamento delegato (UE) 2019/945 relativo ai sistemi aeromobili senza equipaggio sarà adottato già dal 1° luglio 2020. Esso riguarda principalmente i produttori, gli importatori e i rivenditori di aeromobili senza equipaggio. L'UFAC fornirà ulteriori informazioni sull'adozione di questo regolamento nelle prossime settimane.

Per domande specifiche concernenti anche altre categorie, vi rimandiamo alle FAQ relative al nuovo regolamento sui droni, che verranno aggiornate regolarmente.

Fonte UFAC: Nuovo regolamento europeo sui droni.

FAQ neue Drohnenregulierung 2020 (PDF, 666 kB, 01.04.2020)

BASE OPERATIVA

I corsi pratici di pilotaggio si svolgono presso l'azienda ai Terreni alla Maggia SA.
La Teoria si svolge in aula, orari:
dalle 8,30 - 13,00 alle 14,00 - 18,30. La durata varia in base al corso.
La Pratica si svolge in accordo con l’istruttore di volo, lezioni individuali, con doppio radiocomando utilizzando droni DJI, in modalità di volo “ATTITUDE MODE” cioè senza GPS, volo manuale per un addestramento professionale.
Le lezioni si svolgono in 2 sessioni in base al corso dalle 9,00 alle 18,00

Corso di gruppo, minimo 5 persone.

Iscrizione

LA NOSTRA MISSIONE

In un mondo di sempre più veloce evoluzione la SWISS-SKYWAY nasce per fornire formazione, consulenza e assistenza a tutti coloro che desiderano usare i droni per attività professionali.

La nostra MISSIONE è portare chiarezza tra la gente che vuole avvicinarsi al mondo dei droni e fare da ponte tra le normali pratiche di terra alle quali siamo tutti abituati e il particolare mondo aeronautico con le sue procedure e la ricerca quasi ossessiva della sicurezza.

Il team SWISS-SKYWAY vanta istruttori con ampia e lunga esperienza nel mondo aeronautico e dei droni, sia a livello italiano, terzo paese al mondo a sviluppare una regolamentazione dedicata, sia a livello Europeo che sempre di più gestisce e gestirà le attività con i droni in tutti i paesi EASA tra cui spicca la Svizzera.
La SWISS-SKYWAY è supportata da professionisti del campo aeronautico svizzero che tutt’oggi sono impiegati in attività aeronautiche. 

La SWISS-SKYWAY propone corsi professionalizzanti nel campo del pilotaggio dei droni con corsi studiati a livelli per andare incontro alle esigenze di tutti, dalla persona che vuole capire se intraprendere un percorso professionale e chi ha già le idee chiare.

Perché iscriversi ad un corso di pilotaggio?

La risposta è semplice: per salvaguardare la sicurezza di tutti (terzi, drone e pilota) e prevenire possibili danni. Ogni incidente o violazione dei regolamenti ha come primo effetto un danno economico che può corrispondere a multe anche molto consistenti o addirittura a reati penali.

In Svizzera non sono richieste licenze o abilitazioni, ma questo non significa che non servano conoscenze.

I nostri corsi:

CORSI DI PILOTAGGIO PER DRONI REGOLE SVIZZERE:

nato dall’esperienza degli istruttori della prima scuola di pilotaggio riconosciuta in Italia, che con l’ausilio di controllori di volo Svizzeri hanno formulato un corso perfettamente adattato alle regole locali.

Il pilota appena superato l’esame è in grado di operare in sicurezza e comunicare con gli enti per le richieste che in alcuni casi sono obbligatorie, compilare i form di richiesta e tutto quello che è necessario per operare da subito in svizzera.

CORSI DI PILOTAGGIO PER DRONI APR – ENAC: 

corso di pilotaggio secondo le regole italiane con gli annessi certificati ed esami, che sebbene non abbiano valenza in Svizzera possono con l’avvento delle regole europee essere un primo passo verso una conversione.

 

CORSO DI FAMILIARIZZAZIONE APR:

corso introduttivo previsto per iniziare a capire come funziona il mondo aeronautico dei droni e poi valutare se farne parte.

I velivoli senza pilota (o "droni") sono un settore dell'aviazione in rapido sviluppo, con un grande potenziale per la produzione di nuovi posti di lavoro e la crescita. Il termine 'velivoli senza pilota' comprende aeromobili molto grandi simili per dimensioni e complessità agli aerei con equipaggio, ma anche velivoli di elettronica di consumo molto piccoli.

Soprattutto i droni più piccoli vengono sempre più utilizzati nell'Unione europea (UE), ma in un quadro normativo frammentato. Sebbene si applichino le norme di sicurezza nazionali, le norme sono diverse in tutta l'UE e un certo numero di garanzie chiave non sono affrontate in modo coerente.

Fonte: https://www.easa.europa.eu/easa-and-you/civil-drones-rpas


IL NOSTRO TEAM

Nicola Bianchi


Promotore
Direttore

Stefano Dias


Controllore di volo Aeroporto
Cantonale di Locarno

Diogo Scalmazzi


Social Network Manager Viticoltore

Stefano Malmassari


Videomaker

Filo Gio


Pilota Drone
Riprese Aeree

Massimo Stancampiano


Istruttore ENAC

Olivier Fontaine


Presidente Istruttore
Associazione Sapritalia

Fabio Formica


Vice-Presidente Istruttore
Associazione Sapritalia

IL MONDO DEI DRONI IN CIFRE


fonte: Rapporto droni civili in francese (2016) FOCA

Il mercato mondiale per la tecnologia dei droni crescerà fino ad arrivare a 127 miliardi di dollari già entro il 2020.

fonte: Permessi per il funzionamento di droni FOCA

Entra a far parte di una comunità

propeller-drone
20000

DRONI UTILIZZATI NEI CELI SVIZZERI

NEWS

Nuove opportunità nel mondo dei droni Rivoluzione Industriale 4.0 continua→